Il fascino senza tempo del quadretto Vichy

Ritorna alla ribalta e profuma di anni ’60. Alla mente mi porta Audrey e Brigitte, pantaloni capri e profumo di vacanza. Ma anche Guess, il famoso marchio americano, che ha fatto proprio del quadretto Vichy il suo cavallo di battaglia. Con questa fantasia non si puó sbagliare e in effetti andrá sempre di moda, perché é, in una parola, bella. Piacevole sotto forma di giacca, stupenda su gonne e pantaloni, un po’ piú invasiva in veste tailleur, ma solo perché bisogna liberarsi della sensazione di andare in giro sembrando tovaglie ambulanti. In realtá il Vichy non sa affatto di tovaglia.

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Per valorizzare al meglio i quadretti vichy bisogna puntare su indumenti romantici, ideali per un picnic o una gita in campagna ma ugualmente chic. Spazio quindi a volant e ruches, gonne a ruota, abiti chemisier, top a barca dalle spalle scoperte. Chi vuole continuare a osare può indossare anche accessori a quadretti vichy, dalle borse alle calze. Non bisogna per forza esagerare, ovviamente: anche un dettaglio, come un foulard a quadri attaccato alla borsa, fa la differenza. Che sia una piccola toppa o una camiciona effetto tovaglia, con i quadretti vichy quest’anno non si sbaglia.

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

Foto: Pinterest

La cosa bella é che stanno benissimo anche alle petite, alle donne piccole di taglia; se invece siete delle curvy potete sempre giocare con gonne a ruota e pantaloni (in questo caso il pezzo di sopra puó essere bianco, in modo da staccare). Se d’inverno abbiamo vis ovunque le giacche check, rubate al guardaroba maschile, ecco che adesso si fanno strada le fantasie pastello piú delicate. Azzurro, rosa, glicine, giallo, io amo tutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.