I miei lati positivi dello stare a casa

Faccio subito una premessa: non vedo l’ora di viaggiare! E già mi vedo in qualche ristorante in riva al mare, a magiare pesce alla griglia e risotto con gli scampi, indosso un lungo abito bianco e sorrido da un orecchio all’altro! Mi sa che questa situazione ha messo a tutte noi una gran voglia di uscire, truccarsi, vestirsi bene e iniziare a vivere normalmente. Incrocio le dita, affinchè succeda al più presto.

Foto: Zen

Foto: Zen

Ma come ben sapete è nella mia indole tirare le somme e trovare il bello e il buono anche e soprattutto lì, dove a prima vista non c’è nulla. Questo stare a casa mi a fatto riscoprire il valore del pigiama e della tuta e di come sia stato bellissimo acquistarne di nuovi: mi piace passare davanti allo specchio e vedermi decente, perchè il discorso senza trucco, coi capelli sfatti e con addosso qualcosa di tristissimo non fa per me.  Un’altra cosa super importante è stata la famiglia: il tempo passato con mia figlia è prezioso ed è una vera manna per il nostro rapporto. Siamo sempre state molto vicine, ma ora anche di più. E sapete cosa ci siamo divertite a fare? Un sacco di ricette e dolci, cosí ho scoperto ingredienti che prima non usavo e mi sono affezionata da morire alla mia cucina azzurra.

Foto: Zen

Foto: Zen

Foto: Zen

Parentesi a parte per la casa. Ma quanto sono belle e fedeli le case in cui viviamo! Ci accolgono con tanto amore, ci fanno sentire a posto, sono calde, colorate, divertenti, silenziose o piene di rumore. E sono soprattutto nostre. Ho un rispetto profondo per la casa in cui vivo, amo le pareti, il profumo delle lenzuola, i tappeti, le tende di lino, i mille oggetti sulle mensole. E poi ho letto tantissimo, soprattutto ho finalmente preso in mano libri e giornali che non ho mai tempo di sfogliare, mi sono creata angoli di lettura e mi sono immersa in mondi che avevo quasi dimenticato.

Foto: Zen

Foto: Zen

Foto: Zen

Meditazione. Sembra quasi una cosa di un altro pianeta ma non lo è. Stare a casa alla mattina, chiudere gli occhi per 15 minuti e farmi i fatti miei è stato splendido e mi ha dato una gran carica per affrontare la giornata. Rallentare i tempi mi ha fatto notare cose che prima non vedevo e sono stata felicissima di vederle, scoprendo quando l’essere umano sia capace di adattarsi, quanto sia bello buttarsi tra le braccia di Netflix e non fare shopping a tutti i costi. Cosí ho risparmiato un sacco di soldi e ho scoperto capi che neppure ricordavo di avere, tanto che un giorno, in piedi davanti all’armadio, ho detto a me stessa:”Cavolo, ma ho proprio un guardaroba da urlo!“.

Foto: Zen

Foto: Zen

Ecco, le piccole, grandi gioie della vita a casa. Molti dicono che questo sia un periodo da cancellare, ma io non ne sono certa. Direi che ci ha lasciato tante cose interessanti e forse ci ha fatto stare più soli con noi stessi, il che fa sempre bene. Anche se, sí, adesso però basta, siamo pronte a ripartire, giusto?

***Tuta: Chicwish, cerchio H&M***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.