Quel non so che di vecchio che ritorna

La moda vintage quindi, ma quella piú bella. Penso alle camicie di seta di mia madre, alle gonne plissé, agli abiti midi, ai pantaloni a vita alta, ai colori pastello sempre polverosi e ai golfini che sembrano usciti da un film degli anni ’60. La moda vera, insomma, quella che rendeva le donne non solo piú belle, ma anche femminili, la stessa moda che oggi ci dovrebbe rendere anche piú consapevoli di noi stessi. C’é un filo sottile che collega passato e presente, ma questa volta, dal passato, prende solo le cose buone e le le regala con fiocchi e merletti, per rendere la vita un pochino piú dolce.

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Anche il mio punto di vista, con gli anni, é cambiato. Oggi so apprezzare molto di piú una camicia in seta e magari curarla come se fosse un tesoro, scelgo la qualitá anziché la quantitá e se c’é una cosa che mi fa davvero disperare, allora é il mio armadio strapieno, perché devo sempre stirare tutto e perché mi sembra di non mostrare sufficientemente rispetto ai pezzi che possiedo. Anche se, lo giuro, li adoro. Ma é sempre una questione di spazio e di mode che vanno e vengono. Oggi questo e domani quell’altro e alla fine ti allontani troppo dalle cose che sono eterne. La giacchina bouclé, il jeans tagliato bene, il cardigan di mohair, il top di seta, il blazer senza cuciture, la cintura di pelle. In fondo i pezzi buoni sono sempre quelli.

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Foto: www.simpleretro.com

Non sono certa di voler frugare tra gli scompartimenti dei negozi vintage, anche perché hanno sempre un odore particolare e non posso dire che mi piaccia. Ma invece mi piace pensare di saper acquistare un capo che rimanga nel tempo, anche da tramandare a mia figlia, come il mio abito da sposa, ancora sempre eterno, sebbene io sia certa che Sofia ne sceglierá un altro – con la schiena nuda, come dice lei. Ma poco importa. Ritrovare oggi la moda di un tempo mi dona conforto e mi fa sapere che, in fondo, non tutto cambia e che a volte le cose buone restano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.